Incursione artistica urbana, un’esperienza multimediale interattiva di sedici minuti per uno spettatore alla volta. Con l’ausilio di iPod Touch e cuffie audio si entra in una gabbia di ferro dalle dimensioni ridotte (2×1,5×2 mt.), per compiere un percorso narrativo audio-visivo-interattivo. La drammaturgia sviluppa i temi della prigionia, del senso di colpa, delle relative angosce sino ad arrivare ad una sensazione di liberazione. La gabbia è posizionata in uno spazio urbano pubblico.